Attività

Conferenze   Conferenze
  Entra qui...
Formazione  Formazione
  Entra qui...
Pubblicazioni  Pubblicazioni
  Entra qui...
Advocacy   Advocacy
  Entra qui...
Multimedia   Multimedia
  Entra qui...
Banner
Storia
Stampa E-mail

altNel 1995 un gruppo di organizzazioni della società civile fondò il Social Watch (Osservatorio Sociale), per promuovere politiche che trasformassero in realtà le promesse delle Nazioni Unite, per ricordare ai governi gli impegni presi e seguirne in modo indipendente l’applicazione.

Social Watch oggi è una rete di oltre 400 organizzazioni non governative attive in oltre 60 paesi.

Il rapporto annuale Social Watch – giunto alla sua decima edizione – attua un monitoraggio sugli impegni assunti a livello internazionale per la lotta alla povertà e l'equità di genere. Esso rappresenta una delle analisi sullo sviluppo sociale più riconosciute al mondo ed è spesso considerato il “rapporto ombra” della società civile rispetto a quello dell'UNDP (il Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite).

 

 
Le origini Stampa E-mail

Nell’ultimo decennio del ventesimo secolo una serie di conferenze delle Nazioni Unite, dal “Children’s Summit” del 1990 al “Vertice del millennio” del 2000, ha ridefinito l’agenda sociale mondiale, nello stesso momento cui l’economia internazionale subiva il mutamento noto come globalizzazione.

Leggi tutto...
 
Una rete flessibile Stampa E-mail

In vista della partecipazione al “Social di Copenaghen” del 1995 le organizzazioni della società civile adottarono forme organizzative ad hoc e flessibili. Contrariamente all’esperienza di altre realtà internazionali, non fu creata alcuna struttura di governo, né comitato direttivo formale, né gruppo di coordinamento stabile. Le Ong preferirono scambiarsi informazioni e coordinare le attività in spazi aperti, orizzontali.

Leggi tutto...
 


evden evenakliyeevden eve nakliyatevden eve

escort bursa escort ankara escort eskisehir