Come trovare immagini senza copyright

Uno dei problemi di chi lavora con le immagini – o di chi semplicemente ne è appassionato – è il copyright. La maggior parte delle volte non è possibile utilizzare un’immagine o una foto per inserirla all’interno di un articolo o pubblicarla sui social media a meno che non è un nostro contenuto originale, cioè realizzato da noi. Altrimenti è necessario ricevere il permesso dall’artista che le ha create.

Infatti, in teoria, per pubblicare un contenuto non nostro dobbiamo ricevere il consenso di chi l’ha realizzato e, se richiesto, versare una quota per usufruirne. Un po’ – per rendere il concetto più semplice – come avviene con la musica e la Siae.

In aiuto – come sempre – ci viene il meraviglioso mondo del web. Esistono, infatti, dei siti di immagini senza licenza che consentono di scaricarle gratis.

  1. Immagini gratuite senza diritto d’autore su Google
  2. Creative Commons
  3. Altri siti web
  4. Come verificare se l’immagine è sotto copyright

Immagini gratuite senza diritto d’autore su Google

Se pensiamo al metodo più usato per cercare immagini sui motori di ricerca ci viene subito in mente Google Image. Anche in questo caso si deve prestare attenzione perché il file potrebbe essere soggetto al diritto d’autore e non può essere ignorato. Così Google fornisce agli utenti la ricerca avanzata Creative Commons.

Dopo aver digitato la parola chiave spunteranno tutte le immagini collegate a essa. Sarà necessario aprire il menu a tendina sotto la voce di “Diritti di utilizzo”. Le opzioni che appaiono cliccando su questo pulsante sono:

  • Liberamente utilizzabili e condivisibili. Con questa soluzione è possibile copiare e distribuire le immagini, ma senza che vengano modificate.
  • Liberamente utilizzabili, condivisibili o modificabili. Questa stabilisce che si rispettino i vincoli della licenza.
  • Utilizzabile a scopo commerciale. In questo caso si ha totale libertà.

Nonostante gli escamotage appena descritti, è importante leggere attentamente quanto riportato, senza trascurare nessuna sfumatura sul permesso, per evitare possibili problemi. Anche perché Commons Mountain View non si assume alcuna responsabilità riguardo alla fruizione delle licenze. Consiglia di attenzionare i termini esatti di utilizzo chiedendo eventualmente direttamente all’autore.

Creative Commons

Creative Commons è un programma creato da Lawrence Lessing volto a tutelare le opere d’ingegno di qualsiasi natura: immagini, testi, video o musica. Questo progetto offre la possibilità di usufruire del lavoro degli autori entro determinati limiti.

Entrando sulla pagina web del programma si legge:

La persona che ha associato un’opera con questo atto ha dedicato l’opera al pubblico dominio attraverso la rinuncia a tutti i suoi diritti sull’opera in tutto il mondo come previsti dalle leggi sul diritto d’autore, inclusi tutti i diritti connessi al diritto d’autore o affini, nella misura della legge.”

Esistono differenti licenze, ognuna consente diverse opzioni con diversi margini, la più permissiva porta il nome di CC0 e permette l’utilizzo dei file senza nessun limite.

Per verificare se un’immagine sia all’interno del programma è possibile attivare il motore di ricerca interno. Inoltre, nel caso in cui un file non è sottoposto al diritto d’autore e qualcuno ne usufruisce, può continuare a farlo per sempre, anche se successivamente il creatore decida di imporgli una licenza. Quindi Creative Commons tutela l’utente nel caso in cui l’autore ponga nuove regole restrittive.

Altri siti web

Un altro modo per trovare immagini non soggette al copyright è quello si spulciare i siti web che mettono a disposizione archivi di foto con licenza Creative Commons. In poche parole i siti acquistano per i propri utenti la licenza CC0 di Commons liberandoli da ogni limitazione dovuta al diritto d’autore.

Tra i più famosi vi sono:

Come verificare se l’immagine è sotto copyright

Se nonostante la sicurezza delle pagine web, che forniscono immagine prive di copyright, si vuole verificare in prima persona se effettivamente i file possono essere utilizzati basta seguire alcuni passaggi.

Normalmente il sito internet mette in mostra la licenza CC0 di Creative Commons, ma vi sono altri tre punti fondamentali:

  1. Su ogni immagine ci deve essere il dettaglio della licenza
  2. L’autore del contenuto deve essere rintracciabile, meglio se si possiede una sua foto e un suo contatto
  3. La pagina web deve avere una corretta policy per le licenze e deve esporla in modo chiaro.

Devono cioè essere forniti tutti gli strumenti per avere la sicurezza di non violare il copyright. Inoltre la possibilità di prendere contatti con gli autori per avere informazioni o per avvisarli dove andrà a finire il proprio lavoro è un grande vantaggio.

Per avere la completa sicurezza potete rivolgervi a uno specialista del settore, normalmente un avvocato, che saprà guidarvi e consigliarvi nel modo più opportuno.

In Italia, il diritto d’autore è tutelato dalla Legge del 22 aprile 1941, n.633 sul diritto d’autore, poi modificata dal DPR 19/79, dal decreto legge 154/97 e dalla legge 248/2000.

Inserito in: Web